Date: 1/4/1890



Place: Milano

ID: CLET001953




75

p.139-140

CLET001953

 

 

Milano, 1 Aprile [18]90

St.mo Sigr. Buffoni

 

Senza scrivere a codesta spettabile Ditta una lettera ufficiale, mi dirigo a Lei in particolare, per farle noto alcuni inconvenienti ai quali è necessario mettere riparo per regola di buona amministrazione. Io non ho alcuna difficoltà a che il Signor Pomini , come si è fatto fin’ora, abbia a recarsi presso il Sig.r Zanoni , per quelle intelligenze che possono occorrere circa all’esecuzione di quanto occorre a codesto stimato stabilimento = ma non posso ammettere che, e ordinazioni, prezzi e simili accordi amministrativi, sieno presi direttamente ed all’infuori tanto dallo scrivente, quanto della locale Direzione delle Officine, la quale è incaricata del controllo e ne è responsabile. Anche ora vengo a sapere che si sta manipolando una nuova tariffa di prezzi, senza che prima io ne fossi prevenuto. So benissimo che ciò sarà fatto nel desiderio di un pronto servizio, e non voglio menomamente alludere ad una qualsiasi sfiducia verso il Sig. Pomini ; ma per buona regola e perché ciascuno si muova nell’orbita esatta delle proprie attribuzioni, è necessario che tutte le ordinazioni, le combinazioni di prezzi ecc. sieno regolarmente trasmesse alla Direzione delle Officine. Il nostro Sigr Pomini ha l’incarico della direzione e sorveglianza tecnica e null’altro che rifletta l’amministrazione: ripeto che per tutti quegli accordi che riguardano l’esecuzione, io metterò sempre a disposizione del loro incaricato il Sigr Pomini stesso: ma non posso ammettere che ordinazioni, e quant’altro riguarda la parte amministrativa sia indirizzato direttamente a lui, anziché alla Direzione: come potrei io infatti chiamare responsabile questa ultima, di quanto succede all’infuori della sua sorveglianza?... Del resto, con una persona intelligente in materia come è Lei, non ho bisogno di estendermi molto per dimostrare tutta l’anomalia di questo modo di procedere, e come sia necessario pel buono e regolare andamento  delle cose, indirizzarle per la loro giusta via.

        Intanto ho il piacere di salutarla cordialmente e ripetermi con tutta stima e considerazione

devmo 

Giulio Ricordi

75.

pp. 139-140

CLET001953

 

Milan, 1 April [18]90

 

St.mo Sig. Buffoni ,

 

   Rather than write an official letter to the Company , I prefer to address you in particular to inform you of certain problems that must be corrected as a matter of proper administration. I have no objection to the fact that Signor Pomini , as has been his custom to date, consults Sig. Zanoni for what information he may need regarding the work to be done in this respected establishment; but I cannot allow that orders, prices, and similar administrative decisions are made directly between them and without involving not only myself but also the Administrative Office of the Workshops, which is authorized and responsible for their control. Even now I have come to learn that a new price list is being formulated without anyone informing me first. I am well aware of the fact that this will have been done with the intention of maintaining efficient service, and I do not wish to hint disparagingly of any mistrust toward Sig. Pomini ; but as a matter of good form and so that each person operates within the exact boundaries of his particular position, it is necessary that all orders, programming of prices, etc. are regularly communicated to the Workshops’ Direction. Our Sig. Pomini is charged with technical direction and oversight but nothing of an administrative nature. I repeat, for all agreements regarding physical production, I will always consider them to be the purview of Sig. Pomini ; but I cannot allow that orders and whatever else regarding administrative matters be addressed directly to him rather than the Direction. How in fact could I hold the latter responsible for what happens beyond its supervision?... In any event, it is easy to show such an experienced person as you are how completely anomalous this way of operating is, and how it is necessary as a matter of ensuring good and dependable operations to assign things to their proper procedural management.

   Meanwhile it is my pleasure to salute you cordially and extend my best regards and consideration, as always

Most sincerely,

Giulio Ricordi

 

 


Tipology copialettere
Sub-tipology letter
Writing manuscript
Language italian

Letter name DOC01827.075
Volume Signature DOC01827
Year 1888-1901
Volume 01
Pag 139-140
No. pag 2