Partiture

Collezione

Approfondimenti +


Quasi 8.000 partiture dalla metà del ’700 alla fine del XX secolo. Si tratta non soltanto di opere, ma anche di musica da camera e sinfonica. Le più antiche sono Il Ciro riconosciuto di Niccolò Jommelli (del 1744) e i 24 Capricci di Niccolò Paganini, le più recenti di Luigi Nono (ad esempio l’importante tragedia dell’ascolto Prometeo del 1984) e di Franco Donatoni (tra cui la trascrizione per orchestra de L’arte della fuga di Bach, del 1992). Inoltre un gran numero di romanze, tuttora eseguite in Italia, di Francesco Paolo Tosti e altri autori, trascrizioni, adattamenti e riduzioni, nonché una serie di testi di didattica musicale.

In primo piano

Risultati: 3

Ricerca per data:

Show

Partitura Descrizione ID Data
Quinta rapsodia napoletana, Su canzoni di Luigi Denza
Illuminato Culotta
PART07374
partitura
Seconda rapsodia napoletana, Su canzoni di Eduardo di Capua
Illuminato Culotta
PART07373
partitura
Terza rapsodia napoletana, su celebri canzoni popolari di Salvatore Gambardella
Illuminato Culotta
PART07371
partitura