Data: 30/5/1922



Luogo: Parma

ID: LLET010076




Parma 30.5.1922

Albergo Croce Bianca

 

Gentilissimo Commendatore.

            Quando le offersi le mie due opere (Impressioni dal vero [IIIa parte] e Quattro sonetti del Burchiello) l’avvertii che c’era sotto un pasticcio per il cambio delle “Pause del Silenzio” e le prospettai la possibilità di non riuscire a liberare le due opere in questione. Appena ricevuta la sua gentilissima lettera del 18 corrente, io mandai due “ultimatum” per riavere i due manoscritti e invece ricevetti due cheques! Del contegno dei due editori e per il cambio contro le Pause del silenzio che era andato in fumo, io ero convinto che dietro le mie due lettere mi avrebbero restituito i due manoscritti e perché ella possa convincersi della mia sincerità le unisco qui le due lettere che prego restituirmi.

Sono desolato e la causa di questo fatto, che molto mi contraria, deve ricercarsi nella loro lettera del 14 Dicembre 1921. Spero si convinceranno della mia buona fede e che mi faranno un trattamento uguale a quello per le mie due opere sopranominate quando, in un avvenire più o meno lontano, io avrò qualche opera nuova da offrirle.

Intanto le invio il manoscritto dei Solfeggi di Leonardo Leo che spero la interesseranno.

Sarei lieto se combinando almeno questa piccola cosa, si iniziassero i nostri nuovi rapporti d’affari. Però io non voglio confondere questa elaborazione, con le mie opere originali, e qualora Leonardo Leo, e i suoi solfeggi, non le interessasse la prego di rispedirmelo (raccomandato) ed io non considererò la restituzione come un atto che possa compromettere la ripresa dei nostri rapporti editoriali. Onde non farle perdere tempo mi permetto di avvertirla che seguendo il mio solito sistema di non chiedere più di quanto [mi occorra, le cederei tutti i diritti per i solfeggi di Leonardo Leo, contro il versamento di ottocento lire una volta tanto. Con questa cifra devo colmare il mio deficit, ossia parte del mio deficit, provocato dalle mie catastrofi a lei note. La ringrazio e la saluto cordialmente.

                        Mi creda il suo dev.mo

                        G. Francesco Malipiero

 

Trascrizione di Claudio Favret
Persone citate
Leonardo Leo

Tipologia lettera
Sottotipologia lettera
Scrittura manoscritto
Lingua italiano

Medatadati Fisici
Nr. Fogli 1
Misure 265 X 173 mm

Lettera titolo LLET010076