Partiture

Collezione

Approfondimenti +


Quasi 8.000 partiture dalla metà del ’700 alla fine del XX secolo. Si tratta non soltanto di opere, ma anche di musica da camera e sinfonica. Le più antiche sono Il Ciro riconosciuto di Niccolò Jommelli (del 1744) e i 24 Capricci di Niccolò Paganini, le più recenti di Luigi Nono (ad esempio l’importante tragedia dell’ascolto Prometeo del 1984) e di Franco Donatoni (tra cui la trascrizione per orchestra de L’arte della fuga di Bach, del 1992). Inoltre un gran numero di romanze, tuttora eseguite in Italia, di Francesco Paolo Tosti e altri autori, trascrizioni, adattamenti e riduzioni, nonché una serie di testi di didattica musicale.

In primo piano

Risultati: 9

Ricerca per data:

Show

Partitura Descrizione ID Data
4 Cantate, (inedite)
Alessandro Scarlatti
PART07650
partitura
Cedi oh Dio, dall'opera "Ifigenia in Aulide"
Niccolò Jommelli
PART07869
riduzione
Chi disse cà la femmena, dall'opera "Lo frate 'nnamorato"
Giovanni Battista Pergolesi
PART07868
riduzione
Concerto in Fa Maggiore, per clavicembalo e orchestra da camera
Giovanni Paisiello
PART07305
riduzione
Concerto per cembalo, fatto per S.A.I. la Gran Duchessa di tutte le Russie (inedito)
Giovanni Paisiello
PART07510
partitura
Fantasmi amorosi, dall'opera "La Stellidaura vendicata"
Francesco Provenzale
PART07673
riduzione
Senza il suo bene la tortorella, dall'opera "Tolomeo re d'Egitto"
Nicola Antonio Giacinto Porpora
PART07865
riduzione
Sperare non osa, dall'opera "Cesare in Egitto"
Niccolò Piccinni
PART07866
riduzione
Voglio ognor che mon Marj, dall'opera "Il Duello"
Giovanni Paisiello
PART07867
riduzione