Commendatore egregio

 Mi faccio un dovere di avvertirLa che ho consegnato da qualche giorno

al  M° Puccini il libretto di Suor Angelica. Il Maestro è rimasto - bontà sua - molto soddisfatto e sono anzi lieto di dirLe : e che la prima scena è già avanti musicalmente; e che il Maestro ha trovato degli accenti così semplici così nobili

così chiaramente … Francescani tali che il lavoro più felice inizio non potrebbe avere. Del che è inutile Le dica quanto io sia lieto. Vedrà che l’opera sarà in breve tempo ultimata.

Ho anche finito una breve trama su ,,Gianni Schicchi. Ella conosce il parere del Maestro su questo soggetto che veramente si presenta ricco di risorse e di una comicità  fuori del comune. Desidero naturalmente sottoporre anche a Lei la trama ed Ella comprenderà le varie ed evidenti  ragioni di questo mio desiderio…

Per ciò Le sarei gratissimo se Ella potesse telegrafarmi a Viareggio (Forzano- Viareggio-) se Giovedì prossimo Ella potesse ricevermi e a che ora.

La ringrazio e Le invio intanto gli ossequi più affettuosi.

Dev.

Forzano

< Viareggio -  3 Mar. 917 >

Transcription by Angelo Redaelli
Named people
Giacomo Puccini


Tipology lettera
Sub-tipology letter
Writing manuscript
Language italian

Physical Attributes
No. Sheets 1
Size 268 X 220 mm

Letter name LLET007540